Vuoi laurearti in Ingegneria Gestionale? Ecco perché potresti scegliere la LIUC: tutti i vantaggi del corso di laurea che fa trovare lavoro (2022)

Il Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale forma profili professionali competenti in varie discipline, tutte molto richieste sul mercato del lavoro. Infatti, gli ingegneri gestionali si distinguono per la capacità di coniugare competenze tecnologiche tipiche dell'ingegneria industriale con competenze economiche e gestionali, indispensabili per affrontare problemi complessi di natura interdisciplinare.

Vuoi laurearti in Ingegneria Gestionale? Ecco perché potresti scegliere la LIUC: tutti i vantaggi del corso di laurea che fa trovare lavoro (1)

Ecco perché oggi ti parliamo di LIUC – Università Cattaneo, uno degli Atenei più innovativi d’Italia.

Un’università-laboratorio che, al suo interno, prevede percorsi di apprendimento esperienziale, a stretto contatto con le imprese. Non solo, la Scuola di Ingegneria Industriale della LIUC, sposa il modello formativo STS (Scienza, Tecnologia e Società), adottato da atenei di prestigio tra cui Berkeley, Harvard e Stanford. Una didattica quindi innovativa che è alla base della filosofia di ateneo e che convince sempre più studenti: basti pensare che, tra il 2017 e il 2021, la LIUC ha visto crescere le immatricolazioni di ben il 45%.

Clicca sul sul link per leggere il paragrafo che ti interessa:

  • Ingegneria Gestionale alla LIUC: dopo due mesi dalla laurea l’ingresso nel mondo del lavoro
  • Il 90% dei laureati magistrali lavora entro un anno dal titolo
  • Dai banchi dell’Università al mondo del lavoro: le storie di successo firmate LIUC
  • Studiare Ingegneria Gestionale alla LIUC: l’offerta formativa nel dettaglio
  • LIUC, l’Università che mette lo studente al centro: non solo teoria ma anche tanta pratica per prepararsi al mondo del lavoro
  • Un'ingegneria sostenibile
  • LIUC compie trent’anni: una realtà dedicata agli studi economici

Ingegneria Gestionale alla LIUC: dopo due mesi dalla laurea l’ingresso nel mondo del lavoro


Un trend decisamente positivo e confermato anche da Raffaella Manzini, attuale Direttrice della Scuola di Ingegneria. Intervistata da Skuola.net, ha messo in luce i punti fermi che fanno della LIUC un Ateneo d'eccellenza. Primo fra tutti l'elevato tasso occupazionale che caratterizza i laureati in ingegneria gestionale: “Sono molto graditi sul mercato, specie nell'ambito logistico, dell'innovazione, della trasformazione digitale dei processi e delle imprese e del controllo di gestione in imprese manifatturiere”. Questo perché l'ingegnere gestionale, al termine del percorso di studi, può beneficiare di una confidenza con le discipline scientifiche e tecniche, che gli consentono di interfacciarsi con tutte le variabili del mondo tecnologico.

In quest'ottica, è fondamentale la formazione offerta da LIUC che, come spiega la prof.ssa Manzini, può contare su solidi pilastri: “Il nostro modello è basato su una forte interattività tra studenti e imprese, ed è contraddistinto da percorsi di internazionalizzazione che siamo in grado di offrire a tutti i nostri studenti”. Ma forse il dato più interessante che la prof.ssa Manzini tiene a sottolineare è quello relativo all'ultimo Report Almalaurea che vede i laureati LIUC trovare lavoro in nemmeno due mesi: Gli ultimi dati ci dicono che, dopo 1,8 mesi, i nostri ragazzi sono collocati nel mondo del lavoro con soddisfazione, anche per quanto riguarda la retribuzione.

Il 90% dei laureati magistrali lavora entro un anno dal titolo


Sempre secondo Almalaurea, a un anno dalla laurea il tasso di occupazione generato dall’ateneo si aggira intorno all'88,9%, con un guadagno medio netto mensile di circa 1.587 euro. Per confronto, la media nazionale si aggira intorno al 70%. Il 90% dei laureati nei corsi magistrali di Ingegneria Gestionale, se potesse, si iscriverebbe nuovamente alla LIUC. Un elevato tasso di successo che affonda le radici nell'ottimo Career Service dell'Ateneo: il punto d'incontro tra studenti e mondo del lavoro, centrale nell’universo LIUC, che ogni anno garantisce 900 opportunità di stage, sia in Italia che all'estero.

E laddove non arriva il tirocinio, ci sono i laboratori con le imprese. Questa attività, tra i pilastri dell’offerta formativa della LIUC, ha proprio lo scopo di stimolare gli studenti nell'affrontare problematiche complesse, attraverso laboratori co-progettati e co-gestiti da Università e aziende su temi che sono parte integrante del programma di studio. In questo modo, ogni studente può unire la teoria all’attività pratica, cominciando a sperimentare la ricerca di soluzioni in situazioni di business reale, stimolate dall’azienda stessa coinvolta nel laboratorio. Infatti, alla fine del laboratorio, gli studenti arriveranno a generare un progetto che verrà poi utilizzato concretamente nell'azienda. Tra le realtà che operano in partnership con la LIUC ci sono nomi di primo piano, di diversi settori, tutti comunque operanti nel settore dell'ingegneria gestionale.

Dai banchi dell’Università al mondo del lavoro: le storie di successo firmate LIUC


La riprova di quanto detto finora, ci arriva dalle tante storie che la LIUC ha deciso di raccogliere sul proprio sito web: si tratta di laureati che non solo hanno trovato quasi subito un'occupazione, ma che hanno anche avuto una rapida ascesa in termini di carriera. Ed è ciò che è capitato a Francesca Locatelli, Head of Global Service in Vodafone. Laureata presso la LIUC proprio in Ingegneria Gestionale, Francesca ritiene l'esperienza nell'ateneo fondamentale ai fini della carriera: “La LIUC è stato il motore che mi ha permesso di costruire le competenze, ma anche la flessibilità mentale necessaria per pormi davanti ai problemi con la giusta tenacia e razionalità necessari per risolverli”.

Anche la storia di Francesco Tronci, attuale Senior Vice President di un importante fondo di investimento (dopo aver militato anche in conosciute multinazionali), parte proprio da una laurea in Ingegneria Gestionale conseguita alla LIUC. Qui, secondo Francesco, a farla da padrone è il “respirare l’aria della cultura aziendale già in Università”, anche se a fare la vera differenza è “un’esperienza di studio, stage o lavoro all’estero; un valore aggiunto da avere nel proprio bagaglio, può dare una marcia in più”. Due aspetti a cui la LIUC tiene particolarmente.

Studiare Ingegneria Gestionale alla LIUC: l’offerta formativa nel dettaglio


La Scuola di Ingegneria Gestionale della LIUC offre un Corso di Laurea Triennale e un Corso di Laurea Magistrale, con la possibilità di scegliere differenti specializzazioni a seconda dei propri interessi e propensioni.

  • Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale
  • Lo scopo che la LIUC si propone è proprio quello di fornire ai propri laureati tutti gli strumenti di cui avranno bisogno nel contesto lavorativo, coniugando conoscenze nell'innovazione tecnologica a quelle di carattere più scientifico. Inoltre, dal terzo anno sarà possibile personalizzare il proprio percorso di studi, scegliendo gli esami da due macro-aree di interesse: Sistemi e Servizi per l'Impresa Digitale e Industrial Operational Excellence. Scoprile nel dettaglio cliccando qui.

  • Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale
  • Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale della LIUC mira a creare dei professionisti nell'ambito della progettazione della gestione dei sistemi industriali. Non solo, la preparazione del corso di laurea verterà anche sullo sviluppo dell’innovazione tecnologica, sulla definizione delle architetture dei sistemi informativi, sull’internazionalizzazione del business, con un occhio puntato alla gestione dei grandi progetti, all’analisi dei processi interaziendali per la gestione della catena logistico-produttiva. Di conseguenza, i laureati troveranno terreno fertile sia nel settore dell'industria che in quello dei servizi. E, dal secondo anno, sono ben quattro i percorsi di studio tra cui scegliere in base alle aree di interesse: Data Science per l'Operational Excellence, Digital Consulting, Health Care System Management e Manufacturing Strategy. Scoprili nel dettaglio cliccando qui.

  • Ingegneria Gestionale LIUC: ci sono anche i percorsi trasversali
  • Inoltre, tenendo fede al modello formativo STS (Scienza, Tecnologia e Società), che si propone di integrare la cultura umanistica e sociale con quella tecnico-scientifica, dal primo anno di università alla LIUC si potrà personalizzare nel dettaglio il piano di studi, scegliendo insegnamenti e attività all’interno di percorsi trasversali. E da quest’anno c'è un'ulteriore novità: le competenze che acquisirà lo studente potranno essere accreditate tramite gli open badge, attestati digitali che certificano l’acquisizione di conoscenze disciplinari, competenze tecniche e soft skills nei percorsi trasversali, ossia Sostenibilità, Pensiero critico ed Esperienzialità.

    LIUC, l’Università che mette lo studente al centro: non solo teoria ma anche tanta pratica per prepararsi al mondo del lavoro


    Alla LIUC la valorizzazione degli studenti passa anche per un modello didattico in continuo perfezionamento. L’attenzione agli studenti comporta una riflessione continua sulle modalità più efficaci per sviluppare le competenze manageriali e ingegneristiche in un contesto economico-sociale sempre più complesso.

    Inoltre, viene dato particolare rilievo all'unicità di ciascuno studente e, proprio per questo, la LIUC può vantare metodologie e tecniche didattiche che rispondono a questa esigenza.

    Tra i punti di forza del “modello” LIUC, il progetto Life Skills in Action, che nasce nell'ottica di aiutare gli studenti a fronteggiare la complessità del mondo del lavoro, allenandoli alle soft skills, ovvero le specifiche capacità individuali di interagire e di rapportarsi con gli altri, a prescindere dal contesto.

    i-FAB, è invece un laboratorio in cui gli studenti potranno interagire con tecnologie tipiche dell'industria 4.0, imparando come accompagnare la trasformazione digitale, già in atto in molte aziende.

    Non poteva mancare, poi, la possibilità di fare esperienze all’estero: il 40% dei laureati alla LIUC ha fatto un periodo di studio o tirocinio fuori dall’Italia. Non è infatti un segreto che l'Ateneo miri a una forte internazionalizzazione dei propri studenti offrendo percorsi di studi e stage in contesti internazionali.

    Un’Ingegneria sostenibile


    La LIUC - e in particolare la Scuola di Ingegneria Industriale - ha una spiccata attenzione verso le tematiche green, in coerenza con le azioni della Rete delle Università Sostenibili – RUS (il coordinamento di tutti gli Atenei italiani impegnati sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale). Da qui è derivato il progetto di ateneo Sostenibilità ESG.

    In questi mesi è in corso ad esempio la progettazione di un Green Transition Hub. Un "contenitore" che raccoglierà le attività di ricerca, di didattica e di terza missione della LIUC sui temi di sostenibilità ed economia circolare, innovazione tecnologica, supply chain e logistica. Un luogo ideale all'interno dell'ateneo dove lavorare con gli studenti, a partire da progetti, tesi di laurea e occasioni di interazione con la società e gli imprenditori.
    Inoltre, il secondo semestre dell’Anno Accademico è dedicato per Ingegneria alla sostenibilità, con molti insegnamenti e attività extra curriculari che nel piano di studi toccano questi temi.
    All’aspetto puramente didattico si aggiungono progetti e iniziative legati alla vita in università.
    Anche ExSUF, il Centro di Eccellenza sulla finanza sostenibile per le infrastrutture e le smart cities, uno dei progetti speciali di ateneo, è dedicato a questo ambito. Promosso in collaborazione con UNECE (United Nations Economic Commission for Europe), la Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite, ExSUF fa parte di una rete di centri europei e nordamericani che perseguono gli scopi stabiliti dallo Statuto delle Nazioni Unite. In particolare, ha l’obiettivo di migliorare le capacità dei funzionari governativi locali e nazionali nei Paesi di interesse UNECE a favore dello sviluppo concreto di politiche urbane sostenibili, rendendo più semplice la valutazione di opportunità di finanza sostenibile e di finanziamenti innovativi per concretizzare i progetti infrastrutturali e di smart city.

    LIUC compie trent’anni: una realtà dedicata agli studi economici


    Una storia, quella della LIUC – Università Cattaneo, che inizia in un ex-cotonificio risalente al 1830. Nel 1991, l'intervento di restauro dell'edificio, a opera dell'architetto Aldo Rossi, riconsegnò alla città di Castellanza (Varese) un piccolo gioiello che divenne la dimora dell'Ateneo. E dal primo test d'ammissione, il 25 settembre del 1991, l'università ha saputo tracciare la rotta per molti studenti grazie ad una struttura che vanta aule da 3.000 posti, laboratori, un'ampia biblioteca e una residenza con 385 posti letto disponibili.

    Ancora oggi, nell’anno accademico che celebra il trentennale dell'università, la LIUC è sinonimo di eccellenza nel settore, potendo vantare, oltre al Corso di Ingegneria Gestionale, anche quello di Economia Aziendale, con il quale gli studenti potranno acquisire una solida preparazione nel campo dei processi aziendali.

    Ingegneria Gestionale alla LIUC - Università Cattaneo

    Scopri i vantaggi di studiare alla LIUC

    Informati subito!

    Clicca qui!

    You might also like

    Latest Posts

    Article information

    Author: Edwin Metz

    Last Updated: 10/20/2022

    Views: 6461

    Rating: 4.8 / 5 (58 voted)

    Reviews: 89% of readers found this page helpful

    Author information

    Name: Edwin Metz

    Birthday: 1997-04-16

    Address: 51593 Leanne Light, Kuphalmouth, DE 50012-5183

    Phone: +639107620957

    Job: Corporate Banking Technician

    Hobby: Reading, scrapbook, role-playing games, Fishing, Fishing, Scuba diving, Beekeeping

    Introduction: My name is Edwin Metz, I am a fair, energetic, helpful, brave, outstanding, nice, helpful person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.